LeoBrogioni blog

fotografia, fotogiornalismo, giornalismo, mass media

05 luglio 2007

Pino Granata: agenzie e denaro, ma le foto?

Contributo di Pino Granata su Stock Photo Talk intitolato "We are not butchers" (per sapere chi è Pino leggete le due righe di presentazione alla fine del suo intervento): nel pezzo Granata scrive (traduzione mia, quindi approssimativa):

Sul suo blog Paul Melcher dice che l'industria delle foto non è mai stata così in salute. [...]
In questi giorni le agenzie fotografiche stanno comprando e vendendo per 200 milioni di dollari o più. C'è una grande quantità di denaro nell'industria delle foto e questo è vero. [...]
Rispetto a tutto il denaro che indubbiamente gira nell'industria delle foto, io vedo poco contenuto. Quando guardo le riviste non vedo delle belle immagini. E nemmeno vedo nuovi grandi autori. Le foto migliori che ho visto recentemente sono immagini scattate 20 anni fa in Iran, quelle di un'esecuzione.
Forse sono un socialista europeo sognatore [...] ma mi interessano molto poco i milioni di dollari. Mi interessa vedere grandi fotografie.

Un intervento che meriterebbe un dibattito, ma da quello che mi risulta Pino Granata è l'unico esponente di agenzie fotografiche italiane che esce allo scoperto (preciso che io non lo conosco personalmente, ma solo attraverso i suoi scritti): speriamo che anche altri suoi colleghi lo facciano.

Etichette:

|| Leo Brogioni, 16:18

1 Comments:

io penso che proprio con tutti i miloni di dollari che girano, dovrebbero esseri delle grandi fotografie. Credo che le due cose siano comunque legate tra di loro, ma che oggi giorno purtroppo non siano coordinate nella stessa direzione.
Il grosso giro di soldi non è sinonimo di qualità, certo, ma con dei bugget alti dovrebbero comunque crollare molte barriere ed impedimenti soliti a chi non ha possibilità finanziarie elevate.
Anonymous Christian Zarbock, at 30 ottobre, 2007 15:20  

Aggiungi un commento